Quando avevo otto anni, la mia matrigna mi comprò una scatola di semi e bottoni da scapolo e li piantò nel cortile sul retro. Non ci conosciamo da molto tempo, e questo è uno dei miei primi ricordi di noi insieme. I fiori crescevano alti e sparsi, ma ero felicissimo. È spuntata anche la nostra nuova relazione.

Quando ci siamo trasferiti in una nuova casa con più spazio naturale, i miei genitori hanno allevato un alveare su un terreno di due acri quando ero adolescente. Ho imparato a distinguere tra api da miele e giacche gialle. Da adulto, il mio giardino è il mio posto felice. Io la chiamo la “Chiesa sporca” e si scopre che c’è della scienza per questo. Il giardinaggio fa bene alla nostra salute mentale e può unirci.

Il giardinaggio promuove la vigilanza coinvolgendo i cinque sensi, il che ci aiuta a rimanere radicati nei momenti di difficoltà, spiega Rameshwari F. La dott.ssa Tomoluru ha creato un giardino di veglia, guarigione e benessere in loco che aiuta i suoi pazienti a gestire le loro emozioni travolgenti.

“L’intero concetto di consapevolezza è essere consapevoli del momento presente senza esprimere giudizi, e il giardino insegna naturalmente questa abilità di consapevolezza”, dice.

Che si tratti di mettere le mani nella terra o di pascolare una piantina per un fiore, un frutto o una verdura, la manutenzione di un giardino coinvolge il corpo, la mente ei sensi, quindi può agire come un approccio auto-lenitivo, afferma Lynne Linkowski, ATR-BC , LPAT, uno specialista in salute mentale presso le Bellevue Independent Schools di Bellevue. Bellevue, Kentucky, “Il giardinaggio fornisce anche una metafora molto utile nella relazione terapeutica perché consente di esplorare i propri pensieri in sicurezza oa distanza dalla loro realtà”. Con il giardinaggio, i bambini possono scavare nella terra e allo stesso tempo permettere a se stessi “di cercare ciò che sta realmente accadendo nella loro vita”, dice Linkowski.

READ  Space Coast Crew Race al Florida State Scholastic Rowing Championship

Molti terapisti usano la ludoterapia per coinvolgere i bambini in un’attività in modo che non siano concentrati sull’atto di parlare. “Queste attività ci danno il linguaggio per esprimere noi stessi e forse un po ‘più di libertà che se una persona dovesse meditare su se stessa, o gestire la parola, solo nelle sessioni di terapia tradizionale”, dice Linkowski.

Il giardinaggio offre lo stesso tipo di esperienza. “Si concentrano sull’azione del verbo e questo li porta fuori dal loro guscio”, afferma il dott. Tomoloro.

Se hai già un giardino, invita tuo figlio ad aiutarti a prenderti cura di esso e ad aggiungerlo. Dai loro un po ‘di controllo creativo come esca. Hai un animale domestico? Coltivare erba gatta o installare una semplice fontana per cani potrebbe semplicemente aumentare l’interesse di tuo figlio. Incontrali dove risiedono i loro interessi per creare la connessione. Inizia la conversazione.

Il giardino è un modo per fare qualcosa di positivo insieme nei momenti difficili. Dai da mangiare ad api e farfalle mentre coltivi cibo per la tua famiglia o fiori per il tuo balcone. Adesso pianto bottoni da scapolo con mio figlio. Mi ricorderanno sempre di avere otto anni con la mia matrigna. Mani nella terra, prenditi cura dei semi finché non fioriscono.

Meglio, dice il dottor Tomoluru, “Dai semi della vigilanza cresceranno sentimenti di salute e speranza”.

Bonnie Jane Feldkamp è un membro del comitato editoriale dell’Enquirer e direttore dei media per la National Association of Newspaper Columnists. Trovalo sui social media di WriterBonnie o invialo tramite e-mail a Bonnie@WriterBonnie.com.

Leggi o condividi questa storia: https://www.cincinnati.com/story/opinion/2021/05/30/opinion-fostering-mindfulness-relationships-garden/7428065002/