Prima davanti a posti vuoti: con “Lohengrin” di Richard Wagner, l’Opera di Stato di Berlino su Unter den Linden sfida l’umore depresso del mondo della musica. Diretto da Calixto Piato, l’opera di stato attende domenica (ore 16) con un ensemble di prim’ordine, in particolare la star italiana Roberto Algna. Arte mostra la performance come parte della sua trasmissione dai teatri d’opera europei con un ritardo di 22:15.

Bieito ha adattato le regole della distanza nella sua carriera. Lo spagnolo ha spostato l’opera in aula nel primo e terzo atto, e nel secondo atto lavora con effetti di luce, come ha detto prima del primo spettacolo. La Staatskapelle Berlin suona anche il ritmo Corona: il direttore Matthias Pintscher non è, come al solito, il gruppo Wagner di un centinaio di musicisti tradizionalmente, ma una band spogliata di 45 musicisti. Così può fare riferimento a paradigmi storici: alla prima nel 1850, Franz Liszt diresse anche un’orchestra più piccola al Teatro Nazionale di Weimar. Il coro è anche limitato a 75 cantanti.

Per Alagna, apparire nel ruolo del protagonista è una prima in ritardo: Lohengrin avrebbe dovuto esibirsi a Bayreuth nell’estate 2018. Ma tre settimane e mezzo prima dell’apertura del Festival Wagner, Alagna ha annullato e giustificato il trasferimento con un sovraccarico. Ha detto che non era in grado di allenare abbastanza il gioco.

Tuttavia, quella era probabilmente metà della storia in quel momento. Come Alagna, ora sull’ultimo numero della rivista “Oper!” Ha detto che all’epoca non era d’accordo con il direttore d’orchestra Christian Tillman, che è anche direttore artistico a Bayreuth, sul concetto del palco. Altri ruoli di Berlino sono Vida Mikneviciute come Elsa, Ekaterina Gubanova in Ortrud, Martin Günther in Telramund e René Pape come Heinrich der Vogler. Lo streaming è disponibile anche sul sito web dell’Opera di Stato.

READ  La serie Apple TV + ha lanciato "Ted Lasso" per partecipare a una tavola rotonda al PaleyFest

(Servizio – www.staatsoper-berlin.de)

Da: APA / dpa